Libérez Billy, Costa et Silvia !

Publié le par la Rédaction

Imbrattano i muri della chiesa

Due anarchici denunciati - Scoperti grazie alla segnalazione di un passante

 

Due giovani di area anarchica sono stati denunciati dalla polizia, che li ha sorpresi a imbrattare i muri della chiesa di Santa Maria della Pietà, in via San Vitale. I due avevano scritto «Billi Costa Silvia liberi», in solidarietà ai tre attivisti anarchici arrestati in aprile in Svizzera, vicino a Zurigo.

 

Il raid vandalico, scoperto grazie alla segnalazione di un passante, risale alla sera di mercoledì scorso, ma è stato reso noto oggi. I due denunciati, di 24 e 26 anni, secondo la Questura sono entrambi attivisti del circolo anarchico Fuoriluogo, anch’esso in via San Vitale. Sempre in solidarietà ai tre ragazzi arrestati a Zurigo, questa mattina c’è stato un presidio davanti alla sede di Bologna del Consolato della Svizzera, in via Saragozza. Un gruppo di attivisti di area anarchica ha esposto striscioni e distribuito volantini con lo slogan ’Per rompere le sbarrè. I tre anarchici arrestati sono accusati dalle autorità elvetiche di aver organizzato un attacco a un laboratorio di ricerca sulle nanotecnologie della multinazionale Ibm, in costruzione vicino a Zurigo.

 

Leur presse (Corriere di Bologna), 16 juillet 2010.

 

 

*

 

 

Anarchici imbrattano i muri di Santa Maria della Pietà

 

I due ragazzi, di 24 e 26 anni, sono entrambi attivisti del circolo anarchico “Fuoriluogo”. Uno dei due e’ stato trovato con la bomboletta ancora in mano. Per entrambi e’ scattata una denuncia Cosa ne pensi?

 

Bologna, 16 luglio 2010 — Continua la lotta ai writers che imbrattano muri e strade di Bologna: dopo i 18enni sorpresi nei giorni scorsi con le bombolette spray ancora in mano, l’altra sera la Polizia ha scoperto e denunciato due anarchici intenti a scrivere sui muri della chiesa di Santa Maria della Pieta’, in via San Vitale 112.

 

Ancora una volta, a mettere la Polizia sulla traccia dei writers, e’ stato un cittadino, che li ha visti all’opera e ha prontamente chiamato il 113. I due ragazzi, di 24 e 26 anni, sono entrambi attivisti del circolo anarchico “Fuoriluogo”. Uno dei due e’ stato trovato con la bomboletta ancora in mano. Per entrambi e’ scattata una denuncia per imbrattamento e deturpamento di cose altrui.

 

Sui muri della chiesa, quando la Polizia e’ arrivata intorno alle 21.30 di mercoledi’, i due avevano gia’ tracciato una scritta di solidarieta’ per tre attivisti anarchici arrestati in aprile vicino a Zurigo: “Billy Costa Silvia liberi”.

 

Proprio in solidarieta’ ai tre ragazzi arrestati, questa mattina si e’ svolto un presidio di solidarieta’ davanti alla sede del Consolato svizzero, in via Saragozza a Bologna. In piazza sono scesi una quindicina di attivisti anarchici, con un paio di striscioni (rigorosamente neri), che sotto gli occhi di Polizia e Digos hanno distribuito ai passanti volantini sulla vicenda.

 

I re ragazzi (Costantino Ragusa, Silvia Guerini e Luca ‘Billy’ Bernasconi, l’unico che vive sotto le Due Torri) sono stati arrestati per approvvigionamento, occultamento, trasporto e tentato uso di materiale esplodente. La Procura svizzera li accusano, si legge sul volantino, di aver pianificato di attaccare un laboratorio di ricerca dell’Ibm sulle nanotecnologie, che e’ in costruzione vicino a Zurigo.

 

Leur presse (Il Resto del Carlino), 16 juillet.

 


Commenter cet article